TORRE ANNUNZIATA E DINTORNI, UN REGNO ILLUMINATO TRA STORIA, PRIMATI E LEGGENDA

By 21 giugno 2017 Senza categoria No Comments

Un incontro a Torre Annunziata, venerdì 23 giugno, alle ore 18:30, nella suggestiva Cripta della
chiesa dello Spirito Santo, per parlare dei primati del Regno delle Due Sicilie. E’ proprio nella zona
vesuviana, intorno alla Reggia di Portici e lungo quel “Miglio d’Oro” ricco di ville favolose e
giardini lussureggianti, che si concentrò infatti la grande Industria del Regno, all’avanguardia
persino in Europa, come l’Opificio di Pietrarsa, i Cantieri Navali di Castellamare di Stabia e lo
Spolettificio di Torre Annunziata per citare solo alcuni esempi.
Con il patrocinio morale della Real Casa Borbone Due Sicilie, gentilmente concesso da SAR il
Principe Carlo, Duca di Castro, ne parleranno il prof. Gennaro de Crescenzo, Presidente
dell’Associazione Culturale “Movimento Neoborbonico”; l’arch. Annunziata Cantile, ricercatrice;
l’ing. Modestino Ferraro, della Direzione Territoriale RFI e Vincenzo Marasco, Presidente del
Centro Studi “Nicolò d’Alagno; moderatore il giornalista Raffaele Perrotta.
Nel corso dell’incontro, il giornalista ed attore Yuri Buono, racconterà con intermezzi musicali, fatti
ed aneddoti storici del periodo tra il 1816 ed il 1860. L’arch. Imma Alfano, Assessore alla Cultura
del Comune vesuviano nonché curatrice del prezioso Museo dell’Identità, porterà i saluti
istituzionali. Parteciperanno, inoltre Luigi Cirillo, presidente dell’Associazione “Don Pietro Ottena”
e Giuseppe Serroni, Presidente dell’Associazione “I Sedili di Napoli-Onlus”.
Prima dell’incontro, dove si parlerà soprattutto della famosa “Prima” Ferrovia Bayard comunemente
nota come la “Napoli – Portici”, la storica dell’Arte Susy De Crescienzo, farà da guida ai
partecipanti, alla riscoperta della bellissima chiesa dello Spirito Santo e del suo suggestivo ipogeo.
A raccontare “l’incontro” tra l’ingegnere Armando Bayard ed il lungimirante Re Ferdinando II nel
1836 e che portò alla costruzione della prima grande rete ferroviaria della penisola italiana e che in
pochi mesi dalla sua inaugurazione, tra il 3 ottobre 1839 ed il 31 dicembre dello stesso anno fece
viaggiare oltre 130.000 persone di tutte le condizioni sociali, saranno i Rievocatori Storici
dell’Associazione “Fantasie d’Epoca” nei preziosi abiti ottocenteschi realizzati da Francesca
Flaminio che ci faranno rivivere uno spaccato socio-culturale dell’Epoca d’Oro del nostro Sud.
Al termine della manifestazione, degustazione di prodotti tipici offerti dalla vineria “Vincanto” di
Pompei.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Associazione I Sedili di Napoli – Onluslocandina

Leave a Reply