SI RIEVOCA LA CONSEGNA DEL TOSON D’ORO, UNA VERA GIORNATA DA RE ALLA REGGIA DI CASERTA

By 7 giugno 2017 Senza categoria No Comments

Il “Toson d’Oro” è una delle onorificenze cavalleresche tra le più antiche. L’Ordine del Toson d’Oro,
infatti, fu istituito nel 1430 da Filippo III di Borgogna per poi diventare l’Ordine cavalleresco più
importante d’Europa.
L’importanza del Toson d’Oro per la Casa Reale dei Borbone di Napoli è verificabile guardando lo
stemma reale dove il collare con il “vello d’oro” è l’elemento predominante tra le altre “decorazioni”.
Sabato 10 giugno nell’ineguagliabile e maestoso scenario della Reggia di Caserta, l’Associazione
“Amici del Toson d’Oro” di Vasto (CH) e l’Associazione napoletana di rievocatori storici
“Fantasie d’Epoca”, in collaborazione con l’Associazione “I Sedili di Napoli” e con la partnership
di “Radio Amore”, condurranno i visitatori della Reggia più grande del Mondo e la più importante
tra le Residenze Borboniche, voluta dal Re Carlo e realizzata grazie alla genialità prima di Luigi
Vanvitelli e poi completata da Carlo Vanvitelli, alla riscoperta dei fastosi cerimoniali di Corte del
secolo XVIII.
Dalle ore 11 e fino alle ore 17, numerosissimi rievocatori, nei bellissimi ed accuratissimi abiti
settecenteschi, fedelmente ricostruiti grazie alle ricerche storiche e stilistiche di Francesca Flaminio,
accoglieranno i visitatori e daranno vita alla Seconda Edizione della “consegna” nell’imponente Sala
del Trono a Sua Maestà Ferdinando IV con la sua regale consorte Maria Carolina, da parte di Diego
d’Avalos, Marchese del Vasto, del prestigioso collare del Toson d’Oro; un evento collocato nel
1770 e che farà rivivere, per un giorno, una giornata da Re, con rigore storico-culturale ma anche
con momenti di “leggerezza”.
L’evento si articolerà, infatti, tra i maestosi corridoi, la Sala del Trono e gli altri spazi del Palazzo,
dove, per una “Festa di Palazzo” sono previsti anche momenti teatralizzati e di danze barocche ma
anche all’esterno, negli incantevoli giardini con le famose fontane monumentali dove, la Corte Reale
e quella del Marchese del Vasto, passeggeranno e potranno “confrontarsi” con i visitatori ai quali
forniranno notizie storiche, curiosità, aneddoti e racconti legati alla vita di Corte del ‘700 napoletano.
Chiunque abbia un abito settecentesco, previa verifica a cura dell’Associazione Culturale Rievocatori
“Fantasie d’Epoca” potrà unirsi ai rievocatori ed avrà accesso gratuito alla manifestazione.
Gli interessati sono invitati a darne preventiva comunicazione all’Associazione “Fantasie d’Epoca”
tramite la pagina FB oppure scrivendo una e-mail a: francescaflaminio@alice.it
L’evento è senza scopo di lucro. Per la visita alla Reggia di Caserta valgono gli abituali prezzi
d’ingresso con ticket acquistabili presso la Biglietteria di Palazzo.Toson d'Oro

Leave a Reply